Se hai scelto di celebrare le nozze in chiesa, dovrai prestare molta attenzione all’atmosfera.
La musica può fare davvero la differenza tra un matrimonio e un’altro.

Se è vero che la musica al matrimonio va scelta in base ai vostri desideri, va detto anche che nel caso di matrimonio in chiesa, il gusto personale non è l’unica variabile da tenere in considerazione.

Attenzione a vincoli e divieti per la musica in chiesa

Le chiese sono luoghi sacri in cui osservare regole e dogmi. Senza se e e senza ma.

Il rispetto per il luogo e per il sacramento del matrimonio impone limiti e vincoli di cui è bene informarsi con il parroco prima di compiere scelte che rischiano di creare imbarazzi.
La maggior parte delle Chiese consente l’esecuzione di sola musica sacra e liturgica.

 E’ buona norma presentare al sacerdote la bozza della scaletta musicale per riceverne l’approvazione prima di confermarla ai musicisti e, soprattutto, prima di stamparla nei libretti messa.

L’Ave Maria di Schubert o la vostra canzone del cuore

Esemplare è il caso della famosa Ave Maria di Shubert.
Non c’è sposa (o madre della sposa) che non sogni l’esecuzione di questo celebre brano durante il matrimonio. Non tutti però sanno che Shubert compose la sua Ave Maria per una donna, e non in ossequio alla Madonna.
Ciò ne fa un brano laico e non sempre le parrocchie acconsentono alla sua esecuzione.

Se proprio non vuoi rinunciare ma nemmeno insistere mancando di rispetto al sacerdote, potresti provare a chiedere con garbo il permesso di farla eseguire prima o dopo la Santa Messa. Mi spiego, o prima dell’inizio della cerimonia (magari per l’ingresso della sposa o subito dopo, in ogni caso prima del Segno della Croce iniziale) o dopo la fine (ossia dopo il Segno della Croce finale).

Stesso discorso vale per la vostra canzone del cuore. Difficilmente il sacerdote vi darà il permesso di scambiarvi i voti con l’accompagnamento musicale di una canzone d’amore di Ed Sheeran – purtroppo. Anche se sapete di un’amica di un’amica che ha fatto suonare la colonna sonora di Titanic, non è detto né che sia vero né che avesse il permesso di farlo e, soprattutto, a nessuno piacerebbe ricevere una lavata di capo in abito da sposa.
Non ti consiglio di sfidare il fato e scoprire cosa si prova.
Rassegnatevi e conservate la vostra canzone per il taglio della torta o il primo ballo.
Stabilita e accettata la questione del rispetto delle regole, possiamo porci altre domande.

Che tipo di accompagnamento desiderate? Quanti musicisti? Quale formazione?

Le 3 guide alla scelta dei musicisti in chiesa

Ho individuato negli anni le 3 guide alla scelta della musica del matrimonio: Le dimensioni della Chiesa, il budget a vostra disposizione e (finalmente), le vostre preferenze.
Questi 3 fattori chiave 
dovranno guidare la scelta di quanti e quali musicisti ingaggiare per la cerimonia e l’individuazione dei brani che ne scandiranno le fasi.

1 – Le dimensioni della chiesa

Le dimensioni della chiesa, la sua acustica e, ovviamente, lo spazio destinato ai musicisti contano per la scelta della formazione.
Se vi sposerete in una deliziosa piccola chiesa, certamente non potrete ingaggiare l’Orchestra Filarmonica di Vienna.

2 – Il Budget

I professionisti, non mi stancherò mai di ripeterlo, hanno un prezzo. Più professionisti si decide di ingaggiare, più sono famosi, maggiore sarà la spesa a cui far fronte.
Per musicisti professionisti intendo diplomati al Conservatorio, in piena attività artistica presso compagnie, scuole o teatri.

3 – Le vostre preferenze

Ogni coppia ha un proprio gusto, ovviamente dovrete capire qual è il vostro, prima di scegliere.
Bisogna individuare il tipo di sogno che avete, il mood che sognate per il vostro matrimonio in chiesa.
La musica sarà la migliore alleata per rafforzarlo.

Che coppia siete?

Siete una coppia semplice, senza fronzoli? Duo o trio lirico. (organo e voce o organo, violino e voce).
Sognate nozze dal sapore principesco, in una grande chiesa? Non rinunciate alle trombe!
Siete classici e avete gusti raffinati? Di certo amerete gli archi. (Arpa, violino e violoncello)
Siete glamour e moderni? Potreste apprezzare un coro gospel.

Se siete completamente a digiuno quanto a musica sacra, dovrete investire un po’ di tempo su youtube e ascoltare qualche formazione per rendervi conto di quali suoni vi piacciano di più.
La celeberrima marcia nuziale di Wagner ha un suono molto diverso se eseguita dall’organo, dall’arpa o dalla tromba.

 

Come dico sempre poi, less is more. Non esagerate.
Se pure voleste investire molti soldi, non “abbondate” ci sono strumenti che insieme non rendono.
Es. se volete l’arpa, rinunciate all’organo. Se volete la chitarra, il pianoforte la coprirebbe.Se non siete degli esperti attenetevi a formazioni classiche, e non sbaglierete.

Consigli per scegliere la formazione in chiesa

Quali sono le principali formazioni per la musica in chiesa? E quanto costano in media?

Per discorso prezzi calcola orientativamente una media di 150 € a musicista. Chiaramente è possibile trovarne di più o meno cari, a seconda della fama dell’artista e dei prezzi medi praticati nella tua zona.
Ovviamente Bocelli non fa testo e, credo, che dei cachet medi della zona se ne sbatta 🙂
Le formazioni tradizionali principali per la musica in chiesa al matrimonio sono, semplificando:

Duo: Organo e voce.

Il duo è la soluzione più semplice e potrebbe essere anche la più economica.
L’organo o, in alternativa, il pianoforte, la tastiera, il clavicembalo, sono strumenti completi, dal suono molto ricco e “pieno”.
Da soli sono già più che sufficienti a rendere emozionante una cerimonia.
Di seguito qualche demo delle formazioni basiche che ho trovato su youtube per farti fare l’orecchio sugli strumenti e su come potrebbe “suonare” la formazione.
Purtroppo, spesso la qualità amatoriale delle demo non riesce a rendere l’idea.
Quindi youtube ci aiuterà.

Trio lirico:

organo (o tastiera), violino e soprano (o tenore)
Questi di seguito sono invece musicisti con i quali ho lavorato.
Tutti laureati al conservatorio e in piena attività artistica presso scuole e teatri, ma purtroppo la qualità video è quella che è.
– Organo, tromba e soprano.

Trio o Quartetto d’archi:

viola, violoncello, violino (o doppio violino) e arpa.
E’ possibile anche associare agli archi una voce

Coro

Cori, Voci bianche e Cori gospel:
Un coro in formazione completa è la soluzione più costosa in assoluto, e vale ogni singolo centesimo, quale che sia il tipo di coro che vi piace di più.
In alcuni casi, le chiese hanno il canto tra le proprie attività e potrebbero avere un proprio coro disponibile – dietro piccola offerta – a cantare per le vostre nozze.
Se però l’idea del coro Gospel ti sconfinfera possiamo stabilire un budget e trattare sul numero di coristi.

Quanti brani dovranno eseguire i musicisti durante il matrimonio in chiesa?

I momenti fondamentali del rito, che dovrebbero essere accompagnati dalla musica, sono essenzialmente:
– l’ingresso del corteo e della sposa – per approfondire il tema del corteo nuziale leggi questo post
– lo scambio degli anelli;
– l’offertorio;
– la consacrazione;
– la comunione;
– l’uscita degli sposi dalla Chiesa.
Spero di essere stata utile e, come sempre, se l’articolo vi è piaciuto, condividetelo!
Danila Olivetti