Dove trovare ispirazioni matrimonio?

Sei a corto di idee e alla ricerca di ispirazioni per il tuo matrimonio? Brava, sei nel posto giusto!
In questo post ti spiego come fare a trovare ispirazioni e come organizzarle per renderle davvero utili per il tuo matrimonio.

Le 4 fasi del Mio Metodo FiocchettoFree per l’organizzazione del matrimonio perfetto

Anche per me l’ispirazione è fondamentale nell’organizzazione di un matrimonio ed è il secondo step del mio metodo di lavoro, FiocchettoFree, composto da 4 fasi:

  • 1: Pianificazione
  • 2 : Ispirazione
  • 3: Implementazione
  • 4: Realizzazione

Ti suggerisco di fare un passo indietro per scoprire FiocchettoFree e la fase 1 del mio metodo per organizzare un matrimonio perfetto, la Pianificazione, prima di proseguire – se non l’hai già fatto. Ecco il post in cui parlo del primo step dell’organizzazione: La pianificazione.

Vuoi scoprire dove trovare ispirazioni per il matrimonio e come organizzarle per renderle davvero funzionali? Guarda il video, o continua a leggere!

FASE 2: L’Ispirazione.

Il secondo step dell’organizzazione di un matrimonio perfetto, è la fase creativa, la più stimolante e divertente, decisamente la più amata dalle spose e la più pubblicizzata dagli addetti ai lavori.

È il momento dei sogni ad occhi aperti, delle ore di ricerca ispirazione su Pinterest, dello studio stilistico, della definizione dei dettagli. Non si tratta di una fase dalla durata chiara e definita, che inizia e finisce, ma di un percorso creativo in continuo divenire. L’unico limite temporale, entro il quale l’ispirazione dovrà essere chiara e definitiva, è il momento della Realizzazione.

In fase di Ispirazione dovrai chiarire la tua idea idea stilistica e provare a renderla visibile a chi dovrà occuparsi di realizzarla. Ok. Ma come? Attraverso uno strumento che arriva dal mondo della moda e del design, si chiama Moodboard, ed è una bomba!

Come realizzare la Moodboard del tuo matrimonio

Moodboard significa “Tavola stilistica” e può essere fisica o digitale.

Le moodboard fisiche sono fogli o lavagne su cui realizzare collage di immagini, testi, disegni, mappe concettuali, biglietti, oggetti, e tutto quello che serve a dare un’anima al tuo progetto.

Non soffocare la tua ispirazione e la tua immaginazione, non diventare lo schiavo del tuo modello.
Van Gogh

Riuscire a trovare la coerenza tra tutto, rendendo interessante e credibile il progetto, non è cosa da poco, ma è un processo divertente e più o meno lungo. Prendere fisicamente immagini e oggetti, toccarli e spostarli, costruire un piccolo mondo, è molto più stimolante che sedersi a tavolino e pensare in modo astratto. Se poi hai una parete libera a casa o nello studio, approfittane per appenderci un grosso foglio con la tua “mood-mappa”.

La versione digitale, invece, può essere realizzata ricorrendo a dei software di grafica (Photoshop, InDesign o affini), risorse on line (come Canva o GoMoodboard, adatte anche alle più inesperte) o attraverso social network come Pinterest, e salvata come immagine su qualunque device elettronico.

Come procedere per realizzare la tua wedding moodboard di ispirazione matrimonio?

Ok, tutto bellissimo. Ma da dove incominciare per realizzare la tua moodboard?

  • 1 Ispirati:

Cerca ispirazione, soprattutto se sei a corto di idee per il tuo matrimonio. Se invece hai già in mente qualcosa, cerca idee ed immagini affini. Il web è dalla tua parte, brulica di fantastiche ispirazioni che non aspettano altro che tu le scopra. Dedicando il giusto tempo a questa fase ti si aprirà un mondo. Scoprirai che non esiste solo lo stile “shabby chic”, che “il tema mare” può essere declinato in modo più personale che ricorrendo a sabbia e conchiglie, che il “tema viaggio” non è poi così originale come credevi e che il “total white” non è l’unica possibilità decorativa per nozze di classe. Individua cosa ti piace per ogni voce delle nozze (abito, location, cerimonia, addobbi floreali, dettagli stilistici e decorativi, colori, texture, font,…), dopodichè salva tutte le immagini che ti colpiscono e prova a raccoglierle in una cartella, anche se ti sembra per ora un’accozzaglia senza capo né coda.

  • 2 individua il tuo stile originale:

una volta raccolte le tue idee in immagini di ispirazione, è il momento di organizzarle, individuando il tuo stile e declinandolo in modo personale e originale. Ciò significa provare a dare un senso alle ispirazioni raccolte. Opera una scrematura tra le immagini, selezionandone al massimo di 3 per categoria.

Potrai individuare quali accostamenti di colori ti emozionano di più, e poi azzardare un innesto. Organizzare le immagini e poi acccostarle tra loro è molto utile per visualizzare la resa dello stile che si intende imprimere al progetto, e verificare in tempo reale se è funzionale e brillante. Creare uno stile fresco e originale è positivo, e grazie alla tavola ti renderai conto se uno o più elementi non funzionano come immaginavi combinati insieme, o magari ti convinceranno sempre di più. Se sono troppo visti, piatti o banali, magari sarà il caso di cercare alternative più  inedite. Ricorda di mantenere un legame tra gli elementi, scartando accuratamente le cose che appaiono decontestualizzate o contrastano tra loro.

  • 3 Semplifica, organizza e descrivi:

per esperienza so che le moodboard più efficaci sono le più semplici. Ti suggerisco lavorare per rendere la tua moodboard quanto più chiara e semplice possibile. Affinché la tavola sia immediatamente comprensibile è necessario non sovraccaricarla di immagini e concetti che potrebbero generare confusione, ma seleziona e presenta con cura solo le immagini e gli elementi più esplicativi e funzionali allo scopo: trasmettere un’idea creativa in modo visuale.

Il mio suggerimento per rendere più chiare le moodboard

Affinché le mie moodboard risultino più immediatamente comprensibili per i miei clienti, ma anche per i fornitori che dovranno concretizzarle, sono solita organizzare i miei wedding design in più tavole: moodboard stilistica generica (che può includere palette colori, texture e materiali, selezione floreale e stile vegetale), e moodboard specifiche e dettagliate, complete di descrizioni accurate divise per ogni momento del wedding day.

Più sarai precisa, meno spazio lascerai all’interpretazione. In questo modo ridurrai considerevolmente la possibilità di errori, confusioni e fraintendimenti.


Riassumendo, quindi, la fase dell’ispirazione è un flusso di idee in divenire, che andrà organizzato in una moodboard, fisica o digitale. Per realizzare la tua moodboard dovrai ispirarti, trovare la tua idea originale, e organizzarla in modo da renderla chiara e semplice.

A questo punto sai dove trovare ispirazioni per il matrimonio, e come organizzarle per renderle davvero funzionali!


Vuoi approfondire il miometodo? Acquista subito il libro FiocchettoFree:Manuale di sopravvivenza per spose perbene in epoca luxury

FiocchettoFree è il libro che avrei voluto leggere, ma non c’era.
E allora l’ho scritto io, per te.

LO VOGLIO

Danila Olivetti